Cos è il marketing spiegato da Kotler

Cos’è il marketing

l termine marketing si riferisce ai rapporti di scambio che avvengono sul mercato. Il termine inglese , infatti, contiene il sostantivo “market” (mercato), il verbo “to market” (piazzare sul mercato) e il sostantivo verbale “marketing” (l’attività di operare sul mercato). Mercato inteso luogo in cui si realizzano scambi di beni o servizi tra l’offerta (il venditore) e la domanda (chi necessita di qualche bene/servizio).

Una delle definizioni di marketing più adottate è quella data da Philip Kotler nel 1967.

Il termine marketing possiamo trovarlo in molteplici settori lavorativi e coinvolge svariati settori correlati all’attività commerciale, ciascuno di noi ha una nozione generale di cosa è il marketing oggi cercheremo di darne una definizione. Kotler è considerato uno dei guru del management e del marketing management, pioniere di teorie evolutive della disciplina e autore dei testi considerati i capisaldi del settore. Per chi non lo sapesse, nella sua più rinomata opera di Marketing Management, Philip Kotler ci fornisce una definizione semplice ed esplicativa su cosa sia il marketing, secondo lui possiamo considerare marketing “l’individuazione e il soddisfacimento dei bisogni umani e sociali”, Si può vedere il marketing focalizzando l’attenzione sul suo ruolo all’interno della società, allora avremo un: “Processo sociale attraverso il quale gli individui e i gruppi ottengono ciò di cui hanno bisogno attraverso la creazione, l’offerta e lo scambio di prodotti e di servizi di valore”.

Secondo Kotler nella parte manageriale la capacità di il prodotto giusto sulla base dell’analisi delle ricerche di mercato .

Di solito si utilizza il termine “processo” per capire che il marketing non consiste in una singola azione (esempio la vendita) o strumento (esempio la promozione del prodotto/servizio), ma è un insieme di attività finalizzate al raggiungimento di un obiettivo. Il marketing (così come l’online marketing e la SEO) è l’insieme delle attività intraprese dall’azienda per soddisfare bisogni attraverso processi di scambio.

Oggi, però, il termine marketing non può non essere collegato ai concetti di ascolto, comunicazione, creazione di valore e relazione. Non è solo un processo manageriale, ma anche un processo sociale, basato sulla relazione tra chi vende e chi acquista. È l’insieme di tutte le attività volte a promuovere valori e soddisfare i desideri e i bisogni delle persone e dei mercati. Fare marketing significa quindi ascoltare, interagire, trasmettere valore e comunicare con i clienti (coloro che comprano i prodotti/servizi) e consumatori (coloro che utilizzano i prodotti/servizi), studiarne i bisogni e le preferenze per riuscire a soddisfarli nel modo migliore, instaurando una relazione duratura e proficua per entrambi (azienda e consumatore). Ed è il consumatore, (o possiamo chiamarlo consum-attore?)quindi, con i suoi bisogni e desideri, ad essere il perno attorno cui ruota il marketing.

Fare marketing non significa quindi solo intraprendere azioni (sfruttando ad esempio le famose leve del marketing mix, o “4P”) volte ad aumentare il fatturato, ma la missione del marketing è anche quella di creare valore intorno l’azienda, ai marchi e ai prodotti o servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *