cos’è il social media advertising

Social Media Advertising

I “Social Ads” rappresentano una tipologia di pubblicità interattiva basata su inserzioni (annuncio testuale e banner), che viene veicolata esclusivamente all’interno di Social Network e Community. Questo tipo di pubblicità viene offerto da Facebook, ma anche da Twitter, Linkedin, Pinterest, Istagram etc è davvero innovativo in quanto permette di avere un’alta profilazione del target e di mostrare gli “ads” solamente agli utenti che hanno interesse nei prodotti e servizi che l’inserzionista.

Spesso si fa fatica a distinguere tra Online Advertising, Digital Advertising o Web Advertising. Il Web Advertising, a indicare tutte le attività a pagamento con cui è possibile comunicare sul web come SEA (Search Engine Advertising), cioè la pubblicità sui motori di ricerca, come ad esempio: Google AdWords; Bing Advertising, banner pubblicitari sui vari circuiti (blog o magazine); Social Advertising, Facebook Ads, Linkedin Ads, Twitter Ads.

Le attività a pagamento sui Social Media, vengono identificate come Social Advertising.

Il advertising permette di ottenere in maniera rapida ed efficiente social engagement sui social network. La comunicazione sui Social Network è rappresentata dal passaparola online, che si propaga semplicemente grazie, ad esempio, ai tasti “condividi” e “mi piace”. Questo funzionerà ovviamente se il messaggio, il prodotto o il sarà oggettivamente interessante, coinvolgente, innovativo.

A differenza della pubblicità sui mass media, dove il consumatore riceve passivamente il messaggio, senza alcun contraddittorio, sui social network è la community che può decretare o meno il successo di una impresa, interagendo e lasciando un commento. Investire nel Social Media Marketing necessita di un chiaro obiettivo in termini di ROI (return of investment).

  1. Farsi un’idea della propria audience per rendere rilevante e contestuale il proprio brand, offerta o servizio.
  2. Prendere in esame tutte le opzioni di advertising per confezionare su misura la propria campagna di advertising.
  3. Tenere traccia, analizzare e ottimizzare le proprie pubblicità. Avere sotto controllo anche il buzz che si genera attorno al proprio brand è molto importante in questo campo d’azione.

 

Il social media si differenzia da ogni altro tipo di marketing perché permette alle aziende e ai clienti di interagire e commentare e quindi di avere un nuovo sistema di ottenere feedback e consigli. Questo aspetto rappresenta una novità rispetto al marketing tradizionale che relega spesso il consumatore a mero spettatore passivo che subisce la pubblicità. Il social media marketing offre quindi una voce ai consumatori e quindi le aziende non possono basarsi solo sul solo contenuto ma devono sapere interagire.

La perplessità delle aziende è legata alla paura di non potere controllare i messaggi negativi e quindi di non essere in grado di difendersi da eventuali sabotaggi della concorrenza, che potrebbe denigrare deliberatamente un’azienda.

In generale però rispondendo con chiarezza alle obiezioni o ai messaggi denigratori si risolve il problema, poi è bene ricordare che in casi estremi è possibile ricorrere alle vie giudiziarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *