La nuova frontiera del marketing: il Social Media Engagement

Per rimanere al passo con i tempi, le aziende e i produttori devono continuamente adattare le loro strategie di marketing, così da attrarre nuovi clienti, tenersi stretti quelli abituali, e aumentare il fatturato. Le principali tecniche promozionali oggi operano nella dimensione virtuale di Internet, il bacino di potenziali clienti più ampio del mondo. Il pernio centrale del sono adesso i network, piazze d’incontro digitale che connettono qualsiasi persona con tutti gli altri. In questo contesto di scambio di esperienze e opinioni, le aziende trovano la nuova frontiera per la presentazione di prodotti e per il dialogo con il cliente al fine di ascoltare le sue necessità e anticiparne i desideri.

Nella realtà di oggi, per incuriosire gli acquirenti e influenzarli verso i propri prodotti non basta essere presenti e visibili in locale e sul web, ma è fondamentale interagire direttamente con i consumatori, sviluppare un rapporto diretto che li trasformi in figure attive del processo produttivo fino a renderli clienti fidelizzati. Per raggiungere questi obiettivi, non bastano più le classiche strategie di web marketing che puntano a essere indicizzabili e visibili, le tecniche SEO e la link building, ma è necessario diventare virali, ovvero sviluppare delle strategie promozionali che si alimentino e propaghino da sole grazie alla forza del passaparola virtuale, così da attrarre e influenzare possibili clienti anche quando non facciamo pubblicità direttamente. Questa prospettiva è raggiungibile solo attraverso il Social Media Engagement.

Cos’è il Social Media Engagement e cosa comporta

Il Social Media Engagement riprende il concetto generico di interazione sociale e lo applica alla nuova dimensione delle relazioni interpersonali che dilaga nell’era della comunicazione di massa, ovvero i social network. Se il Social Engagement tradizionalmente si riferisce alla partecipazione di un individuo alle attività di un gruppo o di una comunità, al livello di social network questo diventa l’interazione di un soggetto con l’ambiente virtuale di cui fa parte, partecipando attivamente nel dialogo con gli altri membri della community digitale, ascoltando e rispondendo alle loro richieste e necessità.

Il Social Media Engagement è lo strumento che adesso stanno abbracciando aziende e compagnie per individuare e influenzare il proprio pubblico target, comunicando e rispondendo ai potenziali clienti per indirizzarli verso i propri servizi e prodotti, oltre che per condividere esperienze e strategie di marketing con altri esperti del settore, a seconda della community web in cui si applica la strategia, sia questa orientata al consumatore finale come Facebook e Twitter, o rivolta ad altri professionisti specializzati che fanno da intermediari verso i clienti come nel caso di LinkedIn.

I tasselli per costruire il Social Media Engagement sono post, foto, video, aggiornamenti, informazioni, sondaggi ed eventi, da condividere e pubblicare quanto più frequentemente possibile nei principali social network così da attirare follower, raccogliere i loro commenti e opinioni (pratica definita Social Listening), sviluppare strategie in base alle loro reazioni, rispondere alle richieste così da invogliarli ad acquistare e a consigliare parenti, amici e conoscenti a fare lo stesso. Il tutto non come imposizione, ma come naturale forma di influenza non forzata, che porta il cliente a fare scelte spontaneamente e a diffondere link e informazioni con altri suoi pari in modo naturale.

Tecniche efficaci da adottare per il Social Media Engagement

Il Social Media Engagement punta a invogliare i clienti. Per questo, parte dal postare di frequente e aggiornare costantemente le proprie informazioni, anche con la collaborazione dei CMR sociali che permettono di gestire e controllare il tasso di interesse e partecipazione degli utenti. Questo perché i consumatori non sono più un’entità passiva che riceve i prodotti dal basso, ma sono un agente determinante nella scelta e nel successo commerciale dei prodotti, per questo devono essere trattati come ‘consum-attori‘ e le loro scelte vanno influenzate in maniera attiva.

In uno scenario di scambio sociale naturale senza costrizione, il cliente diventa un influencer capace di spingere i suoi simili verso determinati prodotti rispetto ad altri in base all’immagine che ne viene proposta su blog, forum, recensioni e social network, e con il Social Media Engagement le aziende possono girare questa influenza a proprio favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *