SEO: Cos’è e come funziona in Italia

Come funziona la ricerca e a cosa serve la seo in italia?

Innanzitutto va spiegato meglio come funziona la ricerca con Google e cos’è e a cosa serve la seo.

seo (dall’inglese “ottimizzazione per i motori di ricerca“) è un tipo di attività che può essere definita marketing su Google e i motori di ricerca in generale, o meglio digital marketing, e che permette ad un sito di posizionarsi naturalmente ai primi posti dei risultati offerti dai motori di ricerca in relazione alle diverse ricerche effettuate dagli utenti su Google e sugli altri search engines.  La seo è un mestiere tecnico, i motori analizzano dei segnali di posizionamento (che includono più di 200 algoritmi e fattori del seo) per fornire i risultati più pertinenti per le ricerche degli utenti. La seo può portare ad affiliazioni, partnership dirette oppure clienti e aziende, così come consulenza. Questa è la seo in Italia.

E’ quindi importante capire come funzionano i motori di ricerca.

seo italia

I motori analizzano dei segnali di posizionamento (che includono più di 200 algoritmi e fattori del seo) per fornire i risultati più pertinenti per le ricerche degli utenti.

La seo come lavoro può portare ad affiliazioni, partnership dirette oppure clienti e aziende, come consulenza.

In parole povere, se ad esempio ho un sito web, grazie alla seo mi è possibile migliorare il mio sito o ecommerce nelle classifiche dei motori di ricerca, in modo che, quando un utente cerca “seo italia”, il mio sito compare tra i primi risultati di Google e degli altri motori di ricerca, migliorando la posizione nella classifica, o SERP.

Un segnale positivo che indichi la qualità di un stio un motore di ricerca può essere ad esempio la frequenza di aggiornamento, la velocità, e l’esperienza che l’utente ha su quel sito. Aspetti negativi possono invece essere bug ed errori tecnici oltre che particolari penalizzazioni date dai nuovi algoritmi.

Oppure un altro segnale possono essere i link che il sito riceve dall’esterno, segno di autorevolezza del dominio.
E’ importante poi scrivere su internet, e oggi sempre più sui social, altri segnali inclusi tra i fattori di posizionamento Google. Una novità seo oggi, in italia, a volte non è già una novità negli USA. Il seo in Italia oggi, per essere bravo, deve studiare e sperimentare quotidianamente come arrivare alla prima pagina, primi sui motori di ricerca nazionali.

Chi sono i migliori SEO italiani

I migliori seo italiani sono sicuramente quelli che riescono a raggiungere gli obiettivi. Che si impegnano nel loro lavoro, che si danno da fare affinché l’azienda o il cliente per cui lavorano possa ottenere un ROI dopo l’applicazione della strategia SEO impostata. Di SEO migliori ce ne sono davvero tanti, ma sicuramente quello che io preferisco più di tutti è il SEO che riesce a fare almeno 1000 euro al mese soltanto attraverso affiliazioni di qualsiasi tipo. Ecco, questi sono i SEO che stimo più di tutti, e che non hanno bisogno di un cliente perché sanno di poter impiegare il loro tempo in altro modo.

Gli strumenti del seo

Un seo utilizza spesso strumenti gratuiti quali gli strumenti di Google (Trends, Analytics, WebMaster Tools ed altri), oppure altri molto buoni a pagamento come SemRush o gli sturmenti da lavoro di Moz (anche se impiegano forse troppo tempo prima di aggiornare i risultati), tools per l’analisi dei competitor, campagne pubblicitarie su AdWords e altri tool di Google e non.

Una lista degli strumenti gratuiti più utilizzati (ed utili) si può trovare qui, ma esistono molti altri, alcuni più e altri meno utili, oppure molti costruiscono i propri software e strumenti seo da sé.

Spesso gli strumenti sono soltanto un mezzo per facilitarsi il lavoro seo, ma a volte lo complicano. I migliori strumenti per monitorare un sito, analizzare la sua indicizzazione e il suo posizionamento sono sempre quelli offerti, gratuitamente, da Google. Tutto sta a saperli utilizzare bene, e diventare bravi.

L’importanza di essere presenti su Google Italia: I migliori SEO

Oggi, nel 2014, la maggior parte dei consumatori consulta il web prima di fare un acquisto. Molti di questi consumatori, che possiamo quindi definire utenti online, utilizza un motore di ricerca (come Google, o Bing, o Yahoo!) per cercare informazioni in relazione al prodotto che desidera acquistare. Informazioni di diverso genere: recensioni, informazioni sul prodotto, costi ed altro. Potremmo individuare tali informazioni come “parole chiave” (ad esempio “recensioni agenzie seo“).

Come si può facilmente capire, è importante quindi apparire ai primi posti per le parole chiave che interessano il proprio mercato in Italia. Non soltanto in relazione a informazioni, ma anche perché essere ai primi posti in Google o Bing su ricerche più specifiche offre ovviamente un grosso vantaggio competitivo, portando, infine, all’acquisto.

SEO e Ricerca Locale

La ricerca diventa oggi sempre più locale. Con un mercato online sempre in maggiore espansione è importante dare alla propria attività anche uno stampo locale. La ricerca locale permettere di essere trovati per ricerche nel luogo o sul luogo di interesse. Google Places serve proprio a questo. A rendere la propria attività locale, e quindi più indicizzata per le ricerche che avvengono nelle singole località italiane. Le impostazioni di Google.it attuali infatti hanno ormai l’opzione di località impostata in automatico sulla città dalla quale si effettua la ricerca.

Cercare un termine a Roma o a Milano non è la stessa cosa, e non porta agli stessi risultati per molte keyword. Inoltre, oggi in Italia Google (e gli altri search engines) iniziano a localizzare le ricerche in Italia in base all’indirizzo IP e quindi alla posizione geografica dell’utente che effettua una ricerca. Affermarsi localmente e apparire per tale utente diventa quindi indispensabile. Quindi la ricerca è un punto importante da tenere presente per posizionare il proprio sito internet tra i search engines locali.

Search Experience Locale per singola località d’Italia

seo in America o in Italia non è la stessa cosa. Lo stesso vale per le singole città italiane. E’ facile capire che, soprattutto se il mio negozio non è soltanto online, è importante la location dello store. Quindi ovviamente non sarà rilevante ad un utente a Lecce trovare informazioni in Google su un’ agenzia di Roma. Per questo motivo è importante innanzitutto analizzare il proprio target ed il proprio scenario (territorio, competitors, etc.) oltre che il sito da ottimizzare. Per fare ciò è importante analizzare e rilevare il comportamento degli utenti anche solo per la zona o gruppo individui preso come target. L’analista seo aiuta a fare proprio questo.

Valorizzazione dei propri prodotti e servizi sul territorio

La seo Italia rende possibile il valorizzare i propri prodotti e servizi, rendendoli visibili agli utenti d’Italia che cercano proprio quei prodotti o quei servizi. Grazie all’ottimizzazione del proprio sito per il mercato italiano, infatti, si possono ottenere visite al sito web, e quindi interesse sul proprio brand e di conseguenza sempre maggiore visibilità e maggiori conversioni ed acquisti. Avere un businesss in Italia, sia online che offline, significa che è importante conoscere il proprio target (che sia paese, città, regione, gruppo di individui o altro) e far si che il proprio target possa trovarci in tutta la penisola o soltanto nella regione o città d’Italia interessata, semplicemente effettuando una ricerca su Google.

Fare SEO in Italia

Cosa vuol dire fare seo in Italia? 

La seo è un’attività di Web Marketing che può essere imparata informandosi sul web, in maniera completamente gratuita, oppure in corsi privati. Non è una disciplina insegnata nelle università, in quanto probabilmente non riconosciuta (almeno per ora) tale.

Chiunque abbia un sito web (o meno) può essere in grado di fare seo, sperimentando ogni giorno. Un bravo “ottimizzatore” ottimizza il sito per portare più traffico dai risultati dei motori di ricerca organici, ovvero ottenuti per determinate parole chiave.

Inoltre le offerte di lavoro seo sono sempre disponibili online su molti siti di settore, quindi quando si è abbastanza preparati, si può anche pensare di applicare online inviando il proprio CV, piuttosto che utilizzare le proprie tecniche per posizionare meglio il proprio sito e quindi ottenere traffico e utenti interessati alla propria attività senza necessariamente dover affrontare un colloquio. Certo è che è sempre bene informarsi quando stai cercando un seo.

Come diventare un professionista seo in Italia

Pubblico alcune domande che mi hanno fatto per un intervista seo, su chi è il seo specialist e su cosa vuol dire lavorare come seo.

Di cosa si occupa il Seo specialist? 

La seo è una branca del marketing online, finalizzata all’acquisizione di traffico non a pagamento dai motori di ricerca.

Il seo come mestiere fa in modo di ottimizzare le pagine di un sito internet, affinché queste vengano correttamente scansionate, indicizzate e comprese dal motore di ricerca.

Per farlo il seo Specialist deve agire su quegli elementi (onsite e offsite) che permettono di migliorare il posizionamento del sito e lo rendono visibile per alcune parole chiave (ricerche degli utenti).

Per capire come si fa, deve fare esperienza (prove ed errori) per capire come il motore di ricerca indicizza le pagine e mostra i risultati.

Il motore di ricerca non “svela” i fattori di posizionamento attraverso i quali posiziona una pagina prima di un’altra, e soprattutto cambia e aggiorna questi fattori continuamente (si parla di centinaia di aggiornamenti ogni anno).

Molti di questi fattori sono noti tra i seo nel mondo. Esistono inoltre delle linee guida che i motori di ricerca forniscono per garantire che un sito venga incluso nelle pagine di ricerca.

Quali sono le risorse seo (italiane e non) per restare aggiornati?

Ne ho parlato in un corso e in questo articolo, alcune delle risorse utili per studiare seo migliori che suggerisco sono:

  1. Moz Guida seo per Principianti
  2. Linee Guida Google
  3. Guida Google seo
  4. Ranking Factors
  5. Hangouts con John Muller
  6. Matt Cutts Q&A Video
  7. Storia di Google
  8. Algoritmo del pagerank
  9. Search Engine Land (SEL)
  10. Dizionario sinonimi e contrari
  11. Google Analytics
  12. seo Tools

Gli strumenti seo che servono invece sono:

  1. Crawlability: Google Search Console, Screaming Frog
  2. Analytics: Google Analytics
  3. Keyword research: Google Adwords Keyword Planner
  4. Content/Writing: Keys4Up, RanksNL
  5. Social Networks: Hootsuite, BuzzSumo
  6. Links: Google Search Console, OpenSiteExplorer, Ahrefs
  7. UX: Crazy Egg, Optimizely
  8. Fogli di calcolo: Google drive
  9. Suite/Multiuso: seoZoom, Scrapebox

Come si diventa Seo specialist? 

Per fare seo non servono corsi specifici, anche se alcuni corsi possono sicuramente velocizzare l’apprendimento, e indirizzare verso le risorse migliori da utilizzare. Per fare seo servono diverse conoscenze, a partire da una base di html e di come funziona il web in generale, poi ad alcune basi di marketing ed altre discipline. Diciamo che la seo è un’attività trasversale, e attraversa diversi settori, interfacciandosi con molti dipartimenti dell’azienda (redazioni, tecnici e sviluppatori, marketing, etc). Io personalmente ho studiato Lingue all’università, poi ho fatto un Master in Marketing. Tuttavia non è da queste esperienze che ho imparato a fare seo, ma dalla passione e dall’esperienza sul campo.

Scegliere un collaboratore SEO

Sei in fase di selezione di un giovane collaboratore. Quali sono le caratteristiche che cerchi in un candidato ideale?

Se dovessi scegliere un collaboratore seo per lavorare come seo, dovrebbe innanzitutto saper leggere il codice di una pagina web. Sapere le ultime novità di Google (non perché lo ha letto, ma sue esperienze personali). Dirmi come si scrive un titolo ottimizzato per i motori di ricerca. Dirmi una / due tecniche di link building che utilizza. Eventualmente, dirmi uno dei suoi successi sulle SERP (pagine dei risultati di google).

Quanto guadagna un seo: gli stipendi del professionista seo

Considera che un seo, se è bravo, può guadagnare anche per conto proprio, ad esempio può guadagnare con affiliazioni, con vendita diretta, pubblicità, etc. Ci sono seo che guadagnano anche più di 100.000 euro l’anno soltanto con le affiliazioni.

Per un seo specialist in azienda invece si può guadagnare anche a partire dai 2000 euro al mese. Se invece fai il consulente seo freelance in Italia, probabilmente avrai bisogno di dedicarti anche a progetti personali (es. affiliazioni) per arrivare a queste cifre.

l seo può lavorare in diversi settori, essendo una professione trasversale non soltanto nei diversi dipartimenti dell’azienda, ma anche tra i diversi settori di mercato.

La maggior parte dei business che hanno un sito web dal quale hanno dei ritorni effettivi direttamente grazie al sito, può aver bisogno di un seo.

Cosa hai usato per farti conoscere sul web? 

Un po’ i mezzi che hanno utilizzato la maggior parte dei seo: Google. Utilizzo anche i social network, ma purtroppo non ho troppo tempo e quindi li uso poco.