seo Specialist

Lo specialista della seo

La figura del seo Specialist diventa sempre più importante per grandi aziende e piccole e medie imprese che hanno bisogno di uno specialista al loro fianco, al fine di migliorare il posizionamento del proprio sito web sui motori di ricerca, grazie ad un’ottimizzazione degli aspetti principali legati al sito stesso. Ma molti continuano a chiedersi: “Ma a che serve il seo Specialist?” piuttosto che Ma cos’è un seo Specialist?

Google indicizza le pagine di un sito web in maniera abbastanza complessa (vedi come funziona la ricerca Google), ed è quindi importante che ci sia un esperto specialista nella search engine optimization al fine di capire quali possono essere errori che risolvendo permetterebbero al sito un migliore posizionamento tra i motori di ricerca.

Ecco quindi che interviene l’esperto (specialista) seo, a semplificare la vita agli spider dei motori di ricerca, e poi ai proprietari dei siti, che si vedrebbero (in base alle competenze del seo) il loro sito al top dei risultati. Lo specialista seo è colui che si occupa di posizionamento di un sito web nei motori di ricerca.

il seo specialist

clicca sulla foto per sapere chi sono 🙂

Ma cosa fa nello specifico un seo Specialist? Tra gli aspetti che uno specialista dell’ottimizzazione deve tenere presente ci sono diversi. Possiamo definire ognuno di questi una particolare peculiarità (o specialità) del sito, oppure una specializzazione del seo Specialist (esperto di parole e vocaboli, della lingua con cui ha a che fare, oltre che di link e delle altre specializzazioni che verranno viste in basso).

Ecco perché il seo Specialist (che si rispetti) dovrebbe occuparsi (come minimo) di tutti gli elementi riportati in basso.

1. Analisi della Concorrenza

Ovvero tutti i competitors che si contendono i primi posti tra le parole chiave d’interesse. E’ importantissimo conoscere la propria concorrenza, in quanto questo permette di riuscire a guadagnare un vantaggio competitivo rispetto a tutte le attività simili alla nostra, analizzando le loro mosse passate e presenti, prevedendone quindi le future, e comportandosi di conseguenza e in risposta, al fine di posizionare meglio il proprio sito (ad esempio di un’agenzia seo) tra i motori di ricerca.

2. Analisi del mercato di riferimento

Ovvero con che tipo di mercato si ha a che fare. Conoscere come gli utenti di un determinato mercato si comportano, quali sono le parole chiave più remunerative in termini di seo e conversioni per il proprio mercato, quali sono gli argomenti di interesse in riferimento a tale mercato. Tutti questi sono punti importanti da analizzare quando si prende in mano un sito lato seo, per verificare come il sito si comporta all’interno proprio del suo mercato di riferimento, per quali parole chiave specifiche è già posizionato, quali potrebbe posizionare più facilmente, se ricopre gli argomenti che interessano alla propria nicchia ed altri fattori importanti per un buon posizionamento. Per questo le agenzie seo possono aiutare.

3. Analisi del target

Ovvero chi è e come si comporta il nostro target. E’, come già detto sopra, importante conoscere il proprio target di riferimento, perché è proprio rispetto ad esso che vanno mosse le proprie strategie e tecniche seo utili a posizionare il proprio sito web tra i motori di ricerca. Infatti, conoscendo il proprio target è possibile prevederne le ricerche chiave, studiarne il comportamento e quindi capire come comportarsi di conseguenza, quali azioni agenti possono portare i migliori risultati in termini di ROI (Ritorno sugli Investimenti) in relazione al nostro (o ai nostri) target tipo.

4. Specialista seo nelle Ricerche

Ovvero riuscire ad individuare che tipo di parole e ricerche gli utenti effettuano intorno al mercato di riferimento (oggi la ricerca per “grillo” non ritornerà gli stessi risultati che avrebbe ritornato 10 anni fa). Potrebbe sembrare questo un punto simile a quello della ricerca ed analisi parole chiave, ma in realtà è ben diverso. Capire infatti i modelli di ricerca degli utenti (esistono a tal proposito diversi strumenti gratuiti e non disponibili sul web) è un passo importante che un’agenzia o un seo specialist freelance dovrebbe tenere a mente quando inizia un’attività di ottimizzazione. La ricerca sulla ricerca è un tassello in questo caso fondamentale.

Un seo Specialist dovrebbe infatti prendersi cura di analizzare con attenzione le ricerche effettuate dagli utenti sul web. In questo Google offre degli spunti e da dei suggerimenti molto utili. Inoltre, strumenti quali AdWords ed altri permettono di capire con molta precisione che tipo di ricerche vengono effettuate dagli utenti sul web, e da in questo modo la possibilità di focalizzare su quei termini più utili per il proprio business, lasciando stare i termini che possono essere messi da parte.

Così una campagna seo può essere affrontata con la sicurezza che le parole chiave scelte per il nostro target siano effettivamente quelle giuste, quelle che il target cerca e che utilizza più di frequente. Questo tipo di analisi è necessaria al seo Specialist affinché egli possa prendere decisioni puntuali e precise ed avere dati alla mano sui quali basare le proprie azioni future.

5. Analisi delle Parole chiave

Ovvero quali parole chiave, sinonimi, contrari, sintassi etc. sono utili ai fini del posizionamento organico sui motori di ricerca? Quali sono le parole con un maggiore rendimento, un minore sforzo e, possibilmente maggiori conversioni? E’ meglio puntare su una parola chiave dalla coda lunga (4 o 5 termini) oppure su parole chiave più competitive e con un maggior numero di ricerche medie mensili? E, se si punta su parole chiave dalla coda lunga, quanto si stanno rischiando penalizzazioni? Tutte queste domande sono importantissime per un seo Specialist, perché con tutti questi social media, conversazioni etcetera etcetera non si scordi che, il primo passo verso una buona ottimizzazione seo (& Web Marketing) è proprio l’analisi e ricerca delle parole chiave.

Oltre ai fattori visti in alto, il lavoro del seo Specialist deve anche avere in mente altre metriche, ed essere pronto ed attento ad analizzare ognuna di esse.

6. Contenuti

Contenuti, ovvero come sono i contenuti del sito? Hanno in sé le parole chiave d’interesse? I contenuti sono uno dei fattori fondamentali che si dovrebbero osservare quando si analizza un sito web lato seo. Certo, non è l’unico fattore, ma sicuramente incide di molto sul posizionamento di un sito web. I contenuti sono scritti per essere search engine friendly, ovvero amici dei motori di ricerca. Non devono essere stracolmi di parole chiave, ma dovrebbero avere le chiavi necessarie a far capire ad un motore di ricerca di cosa quella pagina parla. Uno specialista della seo dovrebbe avere quindi questi concetti ben chiari in mente.

7. Struttura del sito e di link interni

Ovvero come sono collegate le varie pagine del sito tra loro? La struttura interna dei link è un altro fattore fondamentale perché si possa spiegare ai motori di ricerca come il nostro sito è strutturato, quali sono le pagine più importanti e rilevanti in base ai temi trattati dal sito, e quali di queste hanno più valore rispetto ad altre. Avere ad esempio un sito ben strutturato e con i concetti di interesse ben in evidenza, è fondamentale per il buon posizionamento del proprio sito web.

8. Quantità di link esterni

Ovvero quanti link dall’esterno rimandano al mio sito web? Oltre ai link interni, anche quelli esterni (backlinks) hanno un loro valore in campo seo. Quanti link rimandano al nostro sito? 1 link, 10 links, 100 links, 1000 links, 10000 links? Il numero dei link è importante. E’ buona regola avere diversi link, ma non troppi, per non cadere nella trappola spam che Google infligge a chi non rispetta le linee guida e istruzioni per i webmaster Google.

9. Qualità dei link

Ovvero che tipo di link rimandano al mio sito? La qualità dei backlinks che vengono mandati al nostro sito da altri siti è anche molto importante per stabilire l’autorevolezza (e quindi il posizionamento) di un sito web. Tra i fattori rilevanti per la qualità dei link esterni che puntano ad un sito ci sono la rilevanza dell’argomento del sito che manda i link, la qualità di tale sito (è una risorsa spam? oppure è autorevole?). Questi ed altri fattori influiscono sulla qualità dei link in entrata. 

10. Meccaniche, velocità, errori e bug del sito

Ovvero com’è ottimizzato il sito? Le meccaniche interne sono facilmente indicizzabili da Google & Co.? Supero il test di Google Page Speed (o altri tools)? La velocità di un sito web è un fattore determinante prima ancora che per il suo posizionamento, per la user experience, ovvero l’esperienza che gli utenti hanno sul proprio sito web. E’ stato notato come un tempo di caricamento della pagina di oltre 2 secondi porta oltre la metà degli utenti ad abbandonare il proprio sito. In questo modo aumenta la bounce rate (ovvero la frequenza di rimbalzo) e il sito viene considerato in maniera negativa per Google e gli altri search engines. Ecco perché è importante correre ai rimedi, abbassando la velocità di caricamento della pagina. Inoltre, ho errori che precludono l’indicizzazione ed il posizionamento del mio sito tra i motori di ricerca?

Altri tasselli importanti per un seo sono la popolarità del sito, ovvero quanto tempo ha il mio dominio? E il mio sito è abbastanza popolare e conosciuto sul web? Come posso migliorarne la popolarità? I Social Networks, ovvero sono presente sui principali social media che potrebbero attirare interesse sulla mia attività? L’ Autore dei contenuti e la sua autorevolezza, ovvero sono riconosciuto come autore dei contenuti sul sito? E quanto sono “posizionato” come autore? L’ Editore dei contenuti (o publisher), ovvero la mia attività è editrice dei contenuti sul mio sito? Ha una presenza come attività sui social network?

Questi sono soltanto alcuni degli aspetti che un seo che si rispetti deve tenere in considerazione quando analizza un sito web per migliorarne il posizionamento, ottimizzandolo.

Il lavoro di seo specialist è un lavoro affascinante e nello stesso tempo “infausto”!

Ma quindi, la domanda sorge spontanea: “Come diventare un seo Specialist?”

Per diventare specialista della seo bisogna avere sicuramente pazienza, e allo stesso tempo tanta voglia di scrivere, analizzare, fare report e quant’altro possa essere utile ad ottimizzare un sito web per posizionarlo in maniera il più naturale possibile tra i risultati organici (non a pagamento) dei motori di ricerca.

E’ importante che un seo Specialist analizzi le pagine dei risultati organici forniti dai motori di ricerca, e trovi li’ ottimi spunti per una successiva e più attenta analisi dell’intero sito e di come poterlo ottimizzare.

Se hai bisogno di una consulenza seo, per ottimizzare e posizionare il tuo sito web sui motori di ricerca e per le parole chiave che interessano di più il tuo business, contattami per un preventivo gratuito!