Cos’è una cdn?

Quando crei un sito web che deve essere raggiunto da un’ampia fetta di utenza online, l’operazione fondamentale che devi assolutamente compiere consiste semplicemente nell’inserimento di una CDN nel tuo sito o comunque fare affidamento sulla stessa.
Scopriamo ora a cosa serve la suddetta e quali sono i vantaggi nel momento in cui vuoi ottenere la migliore delle soluzioni online.

Cos’è una cdn e a cosa serve?

SEO, Cos\\è una cdn e a cosa serve

La CDN è la Content Delivery Network che rappresenta un elemento molto importante nel mondo del web e permette di ottenere diversi vantaggi interessanti.

Nello specifico facciamo riferimento a una serie di server localizzati che permettono di effettuare un caricamento rapido dei vari contenuti presenti nel portale online che sfrutta questo genere di strumento.

In questo caso occorre considerare come il sito web internazionale, come potrebbe essere il tuo, necessita assolutamente dell’utilizzo della Content Delivery Network in quanto una persona che effettua la navigazione dagli Stati Uniti, o dalla Spagna per non andare troppo lontani geograficamente parlando, non avrà assolutamente la stessa velocità di caricamento dei diversi contenuti presenti all’interno del tuo sito web. In questo caso occorre considerare come sia fondamentale valutare il fatto che questi server localizzati sono sparsi in tutto il mondo, quindi questo rappresenta un dato fondamentale.

Grazie alla vicinanza del server, quindi, i dati vengono caricati con la stessa rapidità di un utente che naviga dal nostro Paese. Ecco quindi che la CDN rappresenta un elemento importante e ovviamente occorre considerare come la rapidità di invio delle informazioni assuma la massima importanza in questo campo.

Considera quindi che per riuscire a ottenere un ottimo risultato devi sfruttare la CDN specialmente se il tuo sito web è utilizzato da tutto il globo. Allo stesso tempo questo elemento deve essere necessariamente sfruttato nel caso in cui sul tuo portale vi sia un afflusso di utenza particolarmente elevato o comunque gli elementi che devono essere caricati sono di grandi dimensioni. Per esempio se il tuo portale è caratterizzato da diversi video, è facilmente intuibile come un singolo server non riesca a offrire una prestazione ottimale anche se la piattaforma è confinata solo al territorio italiano.

Grazie alla suddivisione dei diversi dati, quindi, si ha una sorta di carico di lavoro inferiore per il server, che distribuisce alle varie Content Delivery Network le informazioni affinché il caricamento possa avvenire in tempistiche immediate, offrendo quindi una prestazione ottimale. Pertanto devi sempre valutare se il tuo sito necessita di questo strumento grazie al quale chi naviga sul tuo sito web, indipendentemente dalla sua posizione geografica, lo possa sfruttare nel migliore dei modi senza alcun ritardo o complicanza di alcun genere, dettaglio importante da considerare in fase di navigazione.

Quali sono le CDN che ospitano jQuery?

SEO, Quali sono le CDN che ospitano jQuery

Ovviamente devi sapere che, come per altri strumenti presenti online, anche per quanto riguarda le Quali sono le CDN che ospitano jQuery occorre considerare il fatto che bisogna necessariamente valutare le tante tipologie presenti online.

Grazie a una semplice analisi potrai quindi effettuare una scelta che potrà essere definita come ottimale e che si adatta alle tue esigenze.
Con jQuery la prima CDN disponibile è quella ufficiale, ovvero Code.Jquery.com, che rappresenta sicuramente una delle scelte migliori visto che questa, nell’ultima release, ha stabilizzato alcuni aspetti e permette effettivamente di svolgere una navigazione rapida e allo stesso tempo occorre sottolineare come il funzionamento sia piuttosto semplice.

La seconda CDN utile per jQuery è quella di Cdnjs.com, che permette una corretta suddivisione delle librerie di JavaScript, offrendo quindi una rapidità di navigazione piuttosto rapida, facendo quindi in modo che i contenuti possano essere visualizzati in tempistiche immediate, senza lunghe e snervanti attese che potrebbero essere tutt’altro che ottimali e che possono avere delle cattive ripercussioni nel lungo o breve periodo.

Altro strumento CDN che puoi utilizzare è quello di google Hosted Libraries: in questo caso si tratta di una delle tante opportunità offerte da Google che previene anche il caricamento o il download delle librerie del tuo portale online, operazione che potrebbe effettivamente richiedere diverso tempo e quindi rendere la situazione tutt’altro che semplice da dover fronteggiare.

Pertanto la scelta deve essere svolta con attenzione: in base al tipo di obiettivo che intendi raggiungere, quindi, ti consente effettivamente di effettuare una decisione ottimale e quindi fare in modo che il risultato finale possa essere il migliore in assoluto senza riscontrare delle eventuali problematiche e quindi rendere il tuo sito poco piacevole da utilizzare.

Come includere una jquery con cdn

SEO, Come includere una jquery con cdn

La fase di integrazione della jQuery con una CDN potrebbe sembrare essere un tipo di operazione complessa che deve essere svolta. In realtà occorre prestare la massima attenzione a questo tipo di passaggio, che richiede attenzione e che potrà essere svolta senza riscontrare potenziali difficoltà che hanno delle cattive ripercussioni.

Il primo passaggio consiste semplicemente nello scegliere la CDN fondamentale che ti permette di avere una maggiore velocità nella navigazione e una suddivisione adeguata dei diversi contenuti. Il passaggio successivo che deve essere svolto consiste invece nell’inserire i diversi codici utili per poter inserire la jQuery nel proprio sito.
Per esempio se questo dovesse essere realizzato con wordpress, la dicitura deve essere la seguente, ovvero:

”if(!is_admin()) { wp_enqueue_script(’jquery’); }” che permette effettivamente di integrare l’elemento e fare in modo che questo possa essere sfruttato nel migliore dei modi.
Il caricamento deve avvenire nel file del tema scelto del sito.

Qualora invece tu volessi utilizzare Google devi copiare il seguente codice, ovvero: ')) " apportando le apposite modifiche dove richiesto per poter effettivamente integrare tale funzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.